Cos’è Il Reiki


Il Reiki è il “metodo di guarigione naturale di Mikao Usui“, (Usui Shiki Ryoho) formalizzato in Giappone da Mikao Usui Sensei agli inizi del 1900 e introdotto originariamente in occidente dalla signora Hawayo Takata subito dopo la seconda guerra mondiale.

Si tratta di una disciplina mente-corpo che si occupa del riequilibrio energetico del benessere e della “guarigione” fisica e mentale di chi lo pratica, ma rappresenta anche un percorso di crescita personale e di evoluzione spirituale.

Il Reiki era ritenuto fino ad oggi scomparso o praticamente assente dal Giappone, ma le nuove informazioni, le ricerche storiche attualmente in corso e il contatto con il Lignaggio Giapponese e con allievi diretti di Mikao Usui ancora viventi completano e ampliano la visione del Reiki e delle sue caratteristiche di “metodo di guarigione” completo.

Hawayo Takata, colei che ha introdotto il Reiki in occidente, ci ha regalato una definizione essenziale: ad una conferenza di presentazione le chiesero appunto di spiegare la sua pratica.
Lei appoggiò le mani su una persona e disse : “REIKI ON“.- poi sollevò le mani dicendo :-“REIKI OFF
Il Reiki nella sua essenza è una disciplina semplice ed allo stesso tempo efficacissima: appoggiare le mani e lasciar fluire liberamente l’Energia di Guarigione con cui siamo stati (ri)messi in contatto da un Maestro dopo aver frequantato un seminario ed essere stato iniziato alla pratica.

Nessuna sovrastruttura, nessuna ritualità inutile, nessun bisogno di “esserci portati” o di dover possedere “poteri” o altro, nessuna necessità di aderire o di rinnegare le proprie credenze religiose, etiche o politiche, nessun pacchetto di informazioni precostituito , ma una pratica esperienziale immediata, una connessione diretta con L’Energia Vitale Universale, una connessione che si sperimenta immediatamente e chiaramente attraverso i nostri sensi , dalle nostre mani, dopo aver ricevuto la prima delle iniziazioni al Reiki.

Le iniziazioni, o Reiju, vengono date dal Maestro durante un seminario, che in genere dura tre giorni, durante il quale viene spiegata la storia del Reiki, vengono insegnate le pratiche del trattamento a se stessi e agli altri e si sperimenta direttamente la connessione con l’Energia.
Il Maestro mediante il rituale del Reiju durante il seminario, permette che i praticanti recuperino la consapevolezza del contatto con l’Energia, favorendo un libero fluire dell’Energia stessa ed innescando conseguentemente i processi di autoguarigione intesa come recupero di un equilibrio fisico mentale e spirituale.

La definizione tradizionale dei processi che avvengono durante il seminario è quella del Maestro che mette in contatto l’energia personale dello studente (“KI”) con l’Energia Universale, (“REI”) durante il seminario, ma le descrizioni sono solamente parziali e riduttive rispetto all’esperienza diretta e alla molteplicità di cose che avvengono a livello energetico, e non solo.
Dal seminario nella persona iniziata avvengono una serie di processi naturali che lo armonizzano favorendo il suo sviluppo spirituale ben correlato con la sua realtà materiale.
Già dalla prima fase del seminario lo studente di Reiki riesce a percepire l’Energia attraverso le proprie mani, con diverse sensazioni a seconda delle proprie carattteristiche, sensubilità e predisposizioni e può percepire il livello energetico, eventuali dolori o disturbi della persona che sta trattando, nonchè sensazioni, intuizioni, perfino visualizzazioni.

Una volta concluso il seminario di Primo livello, lo studente di Reiki, per tutta la vita, sia che smetta, ricominci eccetera, avrà per sempre la possibilità di accedere consapevolmente ( o come a volte si dice, canalizzare) all’energia di guarigione. Se smette, anche per anni nessun problema. Quando vuole ricominciare basta riappoggiare le mani e l’energia fluirà liberamente.
Una volta recuperata la consapevolezza del Contatto con l’Energia, questa percezione non si perde, anzi…e la connessione con l’Energia Universale rimane attiva per tutta la vita La bellezza,del Reiki sta proprio in questa estrema semplicità: il Reiki funziona subito, indipendentemente che ci crediamo o no, e non ci abbandona mai.

REIKI ON, REIKI OFF.