La stele Commemorativa di Mikao Usui

Nel Febbraio del 1927 ad un anno dalla morte di Mikao Usui Sensei, alcuni suoi allievi appartenenti alla Usui Reiki Ryoho Gakkai, (Società per lo Studio del Metodo di Guarigione Di Mikao Usui) eressero una stele commemorativa nel tempio buddista Saihoji a Tokyo, (qui l’ubicazione in google maps) un tempio Jodo shu – Scuola della Pura Terra.

La Tomba DI Mikao Usui con il simbolo del Clan Chiba

La stele, che misura due metri per quattro ed è situata vicino alla tomba di Mikao Usui, della moglie e del figlio, rappresenta l’unica testimonianza scritta della storia del fondatore del Reiki, ed è ancora oggi mantenuta dalla Usui Reiki Ryoho Gakkai.
L’iscrizione è stata scritta da Masayuki Okata dottore in letteratura e calligrafata da Juzaburo Ushida, presidente della Gakkai dopo la morte di Mikao Usui Sensei.

REIHO CHOSO USUI SENSEI KUDOKO NO HI

In Memoria dei meriti di Usui Sensei, il fondatore del Reiho (Metodo Spirituale)

Chi lavora duramente su se stesso per il miglioramento del corpo e della mente è chiamato “un uomo di grande Virtù”. Le persone che usano quella grande virtù ed insegnano agli altri affinchè tutti ne possano beneficiare e percorrere lo stesso percorso, sono chiamati Maestri.

Tutti gli antichi Saggi, filosofi e Maestri fondatori di religioni, scuole e discipline erano uomini di questa natura e Mikao Usui era un essere umano di questo tipo, un Maestro che ha sviluppato ed insegnato il Metodo per migliorare la mente e il corpo utilizzando l’Energia dell’Universo. Grazie alla sua fama, innumerevoli persone accorrevano da lui chiedendo di poter imparare il suo Metodo Spirituale o di essere guariti.

ll suo nome comune era Mikao e il suo altro nome (probabilmente il suo nome spirituale Buddista n.d.t.) era Gyoho (Kyoho).

Statua di Chiba Tsunetane a Chiba City, Chiba Prefecture, Giappone

Nacque nel villaggio di Taniai nel distretto di Yamagata della prefettura di Gifu (oggi Taniai, Miyama-cho, Yamagata-gun n.d.t.).
Un suo antenato era Chiba Tsunetane. (千葉常胤 1118-1201,  famoso Samurai del Clan Chiba del periodo  Kamakura  n.d.t.)

Il nome di suo padre era Taneuji, comunemente chiamato Uzaemon mentre il nome della famiglia di sua madre era Kawai.

Mikao Usui Sensei era nato nel primo anno del periodo Keio, chiamato Keio Gunnen (1865) il 15 agosto.
Era uno studente di grande talento e disciplina con capacità di gran lunga superiore ai suoi compagni di studio. Una volta cresciuto ha viaggiato per studiare in Europa, America e Cina. Nonostante la sua volontà di avere successo nella vita, pur lavorando duramente, non sempre ci è riuscito ma anzi spesso è stato sfortunato e bisognoso di sostegno.
Tuttavia egli non si è mai arreso e ha disciplinato se stesso a studiare ed impegnarsi sempre di più.

Monte Kurama

Un giorno andò in ritiro sul monte Kurama per sottoporsi a una rigorosa disciplina spirituale. All’inizio del ventunesimo giorno di pratica improvvisamente percepì una grande Energia Reiki sopra la propria testa. Ottenne una illuminazione e in quel momento comprese istantaneamente il suo Metodo Spirituale. La prima volta che lo ha sperimentato su se stesso, ha prodotto risultati positivi immediatamente. Dopo di che lo ha provato sulla sua famiglia e vista la grande efficacia, decise che era molto meglio condividere con tutti questa conoscenza piuttosto che tenerla riservata solo per la propria famiglia.

Nel mese di aprile del 11° anno del periodo Taisho (1922) aprì quindi un Dojo a Harajuku, Aoyama, Tokyo per insegnare e praticare pubblicamente il suo Metodo Spirituale. Moltissimi arrivavano anche da molto lontano per ricevere insegnamenti e trattamenti, e spesso davanti al centro di insegnamento si formavano lunghe code di persone in attesa.

 

Il terremoto di Tokyo del 1923

Nel settembre del dodicesimo anno del periodo Taisho (1923) ci fu un devastante terremoto con moltissimi feriti, e Mikao Usui con grande compassione portò il suo Metodo Spirituale nella città devastata usando il suo potere di guarigione sui chi era sopravvissuto, curando e salvando innumerevoli persone, e questo è solo una descrizione minima di quanto sia stato grande il suo aiuto in questa emergenza.
Nel febbraio del quattordicesimo anno Taisho (1925) si spostò in un nuovo Dojo a Nakano, subito fuori Tokyo dato che il precedente centro di insegnamento era diventato troppo piccolo.
A causa della sua fama sempre crescente, Mikao Usui veniva invitato in moilti luoghi e accettando uni di questi inviti intraprese un viaggio spostandosi prima a Kure, poi ad Hiroshima e Saga e raggiunse Fukuyama. E fu durante il suo soggiorno a Fukuyama. che si ammalò improvvisamente e morì, all’età di 62 anni.

Era il 9 marzo del quindicesimo anno Taisho. (1926)

 

Mikao Usui Sensei insieme a sua moglie Sadako Suzuki

Sua moglie si chiamava Sadako della famiglia Suzuki, ed ebbero due figli un maschio ed una femmina. Il nome del figlio era Fuji e portò avanti il nome della famiglia alla morte di Mikao Usui.

Sensei era una persona calorosa, gentile e umile. Era fisicamente grande e forte e con un perenne sorriso sul suo volto. Di fronte alle avversità cercava coraggiosmente una soluzione possibile senza perdersi d’animo. Era anche parallelamente una persona prudente.
I suoi talenti erano innumerevoli, amava leggere e profondissime erano le sue conoscenze di storia, medicina, psicologia, divinazione, magia, fisiognomica e religioni comparate, scritture buddhiste, cristiane e taoiste .

Mikao Usui Sensei

La sua lunga vita di studio e raccolta di informazioni ha certamente contribuito a spianare la strada verso la percezione e la comprensione profonda del suo Reiho (Reiki Ryoho – Metodo di Guarigione Spirituale)
Reiho non solo guarisce le malattie, ma anche amplifica abilità innate, riequilibra lo spirito, rende il corpo sano, contribuendo così a raggiungere la felicità.
Così quando insegnate, per prima cosa fate comprendere agli studenti le parole ispiratrici  dell’Imperatore Meiji (sono i Gyosei, le poesie Waka dell’Imperatore Meiji, usate come “cibo spirituale” e contenute anche nel Reiki Ryoho Hikkei. Non è sicuro che Mikao Usui usasse dare come pratica i Gyosei, molto probabilmente sono stati gli studenti Militari della Gakkai ad introdurli nella pratica dopo la morte di Usui, che non era un grande fan di Meiji n.d.t) e fate recitare i cinque principi mattina e sera, facendoli tenere ben saldi in mente:

Solo per oggi non ti arrabbiare
solo per oggi non ti preoccupare
Sii Umile
Sii onesto nel tuo lavoro
Sii compassionevole verso te stesso e gli altri

Questi sono insegnamenti veramente grandi per la coltivazione e la disciplina in linea con quei grandi insegnamenti degli antichi saggi e mistici. Sensei ha chiamato questi insegnamenti “Il metodo segreto per invitare la felicità’ e ‘La medicina spirituale per curare tutte le malattie‘.

E si noti quanto siano straordinarie queste definizioni.

Inoltre, il metodo dovrebbe essere insegnato nel modo più semplice possibile e non complicato da capire cominciando a praticare da quello che si ha più vicino. (= se stessi n.d.t.).

Un altro aspetto rilevante è che grazie alla meditazione seduta silenziosa, con le mani in Gassho e recitando i Cinque principi, si coltiverà una mente pura e sana. Il suo valore vero è nella pratica continua quotidiana. Questa è la ragione perchè il Metodo Spirituale  (Reiho) può essere facilmente praticato, ed ottenuto da chiunque.

Recentemente il mondo ha subito dei grossi sconvolgimenti ed è avvenuto un grosso mutamento anche nel modo di pensare.
Fortunatamente il Metodo Spirituale potrà essere di grande aiuto per chi ha una mente confusa o un cuore turbato. Come potrebbe essere un metodo che cura solo malattie croniche o problemi di lunga data?

Mikao Usui Sensei e 20 suoi allievi Maestri Iniziatori ( Shi Shin Kai Zen Usui Reiki Ryoho Reiju-sha Ichido. ) 16 Gennaio 1926

Il numero di studenti di Sensei è già oltre 2000 ed anche di più hanno imparato dai suoi studenti anziani. Fra loro ci sono studenti anziani che sono rimasti a Tokyo per mantenere il luogo di insegnamento di Sensei e portare avanti il suo lavoro, mentre altri in differenti province stanno cercando di diffondere il Metodo Spirituale il più possibile.

Nonostante Sensei sia morto, il Metodo Spirituale, Reiho si diffonderà grandemente nel mondo ed ancora per tanto tempo. Ah che cosa grandissima Sensei ha realizzato, l’aver cioè condiviso il suo Metodo Spirituale con tutte le persone dopo essere stato illuminato!
Recentemente dunque molti studenti si sono riuniti e hanno deciso di erigere questo memoriale nel cimitero del Tempio Saihoji nel distretto Toyotama, per onorare ii suo meriti, e per diffondere il suo Metodo Spirituale alle persone del futuro.

Mi è stato chiesto di scrivere queste parole.

Dato che io ho grandemente apprezzato il suo lavoro, e sono piacevolmente sorpreso della grande e profonda amicizia nella relazione fra Studenti e Maestro, non posso rifiutarmi e scrivo queste poche parole nella speranza che le persone possano ricordarlo con reverenza.

Febbraio, Secondo anno Showa (1927)

Scritto da:

Ju-sanmi (sottoposto di terzo grado),
Kun-santo (terzo in ordine di merito) 

Okada Masayuki
Dottore in letteratura

Calligrafato: Contrammiraglio della Marina
Ju-yonmi (sottoposto di quarto grado)
Kun-santo (terzo in ordine di merito),
Ko-yonkyu (4th classe Distinto in Servizio)

Ushida Juzaburo

(La traduzione in italiano è basata sulle differenti traduzioni dal giapponese realizzate da Frank Arjava Petters, Hyakuten Inamoto, Emiko Arai and Richard Rivard, James Deacon(AETW.org) e Jiro Kozuki)